Differenze tra estrattore e centrifuga.

Differenze tra estrattore e centrifuga.

Quali sono le differenze tra estrattore e centrifuga? Scopriamole assieme in questa pratica gudida.

Tra gli elettrodomestici che rappresentano uno degli  investimenti migliori per questo 2020, non possiamo che citare le centrifughe e gli estrattori di succhi.

Il motivo? Avrai modo di preparare bevande di frutta e verdura fresche e 100% naturali, sfruttando i prodotti di stagione acquistabili direttamente presso il tuo supermercato di fiducia.

In questa breve guida all’acquisto abbiamo scelto di scovare le differenze che intercorrono tra le due categorie di prodotti: quale fa maggiormente al caso tuo?

Ti potrebbe interessare: miglior estrattore di succo.

La centrifuga non occupa spazio, sfrutta un sistema di rotazioni ad alta velocità e si caratterizza per una componentistica – solitamente coadiuvata da lame in acciaio – collegata a un filtro a maglie da cui ricavare il tuo succo.

E cosa dire dell’estrattore? Silenziosità, produzione di un numero di scarti ridotto e la possibilità di avere sempre a portata di mano un elettrodomestico da pulire con rapidità ed efficienza: ecco cosa sapere. 

Se l’estrattore di succo permette di raccogliere il liquido in un contenitore – un bicchiere o un piccolo recipiente – direttamente collegato al macchinario, la centrifuga è, d’altro canto, strutturata mediante una lama che può essere fatta girare a velocità molto elevate.

A questo punto, il succo riesce a filtrare attraverso dei piccoli fori che hanno la funzione di trattenere la polpa di scarto in eccesso.

Il risultato ottenuto dalla centrifuga, di conseguenza, risulta meno denso e corposo rispetto alla controparte.

Un’altra differenza che intercorre tra i due elettrodomestici, concerne il numero di giri che essi compiono al minuto per lavorare gli ingredienti da te selezionati: l’estrattore è più lento (con una rotazione di circa 100 passate al minuto), mentre la centrifuga lavora in maniera molto più potente e rapida (18mila giri circa).

Attenzione però: il succo ricavato dagli estrattori deve essere bevuto immediatamente per assimilare tutti i principi nutrizionali che – a differenza di quanto accade per la centrifuga – sono preservati nel corso della lavorazione. Al palato, però, il risultato dell’estrattore di succhi sarà più denso e polposo. 

In conclusione, la centrifuga è un elettrodomestico che lavora a caldo: la qualità del risultato è qualitativamente inferiore se paragonata alla controparte, in quanto perde gran parte dei principi nutritivi degli ingredienti; di contro, il suo prezzo è più basso.

L’estrattore opera a freddo, è silenzioso e più facile da pulire. Il costo è certamente superiore, ma il risultato permette di ristorarsi con una bevanda made-at-home davvero soddisfacente. Preferisci un succo liscio e poco denso?

Opta per una centrifuga tra quelle che abbiamo selezionato per te. Se invece punti a un prodotto più performante, efficiente e salutare, l’estrattore è la scelta più adatta alle tue esigenze. 

Ti potrebbe interessare: miglior estrattore di succo.

Differenze tra centrifuga ed estrattore

Migliori centrifughe 2020:

Migliori estrattori di succo 2020:

Domande degli utenti:

Quali sono le differenze tra estrattore di succo e centrifuga?

Per scoprire tutte le differenze tra estrattore e centrifuga leggi: principali differenze.

Qual’è il miglior estrattore di succo?

Per scoprire i migliori estrattori di succo leggi: classifica estrattori di succo.

Qual’è la miglior centrifuga?

Per scoprire le migliori centrifughe leggi: classifica centrifughe.