Recensione dello smartphone Brondi Amico S acquistato su Oraizen

Recensione dello smartphone Brondi Amico S acquistato su Oraizen

Ero alla ricerca di uno smartphone da regalare a una persona anziana e non è stato semplicissimo orientarsi all’interno delle proposte delle aziende di telefonia. Il problema era trovare un apparecchio che per un anziano fosse di semplice utilizzo, ma anche sufficientemente tecnologico: i telefoni fissi, che il più delle volte continuano a essere la prima scelta per le persone anziane, spesso non hanno alcune funzioni di sicurezza che possono fare la differenza per una persona di età avanzata, soprattutto qualora questa viva sola in casa. 

Allora ho cominciato a navigare in Internet e ho scoperto che effettivamente esiste più di un’azienda che si occupa della realizzazione di moderni smartphone per anziani. Leggendo varie recensioni, ho deciso di orientarmi su Brondi, che ha lanciato specifiche linee di telefoni dedicate proprio agli anziani, sia fissi che smartphone. Ho scelto come modello il Brondi Amico S, acquistandolo su Oraizen, un e-commerce con prezzi molto concorrenziali e con moltissimi modelli Brondi a catalogo. Non avendo mai acquistato prima su Oraizen, temevo per i tempi di spedizione, e invece ho ricevuto il telefono il giorno dopo proprio come da programma. Il prodotto è arrivato perfettamente imballato e funzionante. Ecco il link alla scheda: 

https://www.oraizen.com/products/view/brondi-amico-s-nero-14-5-cm-5-7-doppia-sim-android-8-1-4g-usb-tipo-c-1-gb-8-gb-2800-mah

Imballaggio e accessori 

Cominciamo con l’esporre il contenuto della scatola. Abbiamo lo smartphone e il caricabatterie separati, un mini adattatore da 3 Watt, un cavo USB, cuffie stereo con jack audio, e un curioso laccetto Brondi perché lo smartphone ha un foro sul lato per farlo passare. È inoltre presente una basetta di ricarica con porta micro-USB sul retro, la struttura di questo strumento è un dettaglio che ho molto apprezzato: lo smartphone viene fatto scivolare dentro e si attiva la ricarica, all’interno c’è un blocco che impedisce al cellulare di ribaltarsi. 

Brondi Amico S: caratteristiche tecniche

Lo smartphone si è rivelato un’ottima soluzione, nonostante abbia punti di forza e di debolezza come ogni telefono. Nel complesso, mi sento di consigliare Brondi Amico S a chiunque cerchi un cellulare per una persona in avanti con l’età. Brondi ha lanciato la linea Amico per un pubblico senior, tutti gli smartphone presenti in catalogo possiedono dunque le principali funzioni che possono semplificare la vita delle persone anziane, con alcune leggere differenze tra i vari modelli. 

Una volta aperta la confezione, ho trovato un telefono che sembra un normale smartphone, anche se ci sono delle caratteristiche peculiari che lo avvicinano al gusto degli utenti senior. Nella versione scelta da me, infatti, c’è una scocca nera effetto similpelle, che non ha nulla a che vedere con le scocche satinate o lucide di altri smartphone di punta. Con il Brondi Amico S, siamo su un’estetica sobria ma calda, quasi vintage. A mio avviso, una scocca di questo tipo è di gran lunga migliore rispetto a una plastificata, dove rimangono ben visibili gli antiestetici segni delle impronte. 

Ma passiamo agli aspetti più importanti, cioè le caratteristiche tecniche di Brondi Amico S.

Display e tasti

Con i suoi 5.7’’, Amico S è adatto per una persona anziana o chiunque abbia problemi di vista. Immagini e testi sono facilmente leggibili anche senza l’ausilio degli occhiali. Anche l’utilizzo dei tasti è molto intuitivo e ricorda quello dei cellulari di una volta, quando ancora non esisteva la funzione touch. Oltre al pulsante centrale per accedere alle varie funzioni del menù, sono presenti i classici tasti verde e rosso con cui si può facilmente avviare e interrompere una chiamata.

È comunque da segnalare che la risoluzione dello schermo potrebbe essere sicuramente migliorata. Ho notato che se si alza o abbassa un po’ il display la leggibilità viene compromessa, la qualità del pannello non è sicuramente delle migliori. Ad ogni modo, utilizzando lo smartphone in posizione verticale (che è poi quello che comunemente facciamo), il problema viene meno, pertanto non ritengo il difetto eccessivamente grave. 

Audio e volume 

I tasti per il volume sono grandi e facilmente raggiungibili. La vibrazione è forse un po’ debole, ma il volume è buono e più che sufficiente per una persona che ha problemi di udito. Un piccolo neo è dato dal fatto che gli speaker sono posizionati nella parte posteriore del telefono: questo significa che se si tiene lo smartphone in piano, ad esempio su un tavolo, si rischia di sentire meno la suoneria. Gli speaker frontali sarebbero stati migliori per un telefono destinato a persone anziane.

Connettore Type-C

Il connettore type-C è un tipo di connettore reversibile nel quale lo spinotto può essere inserito in entrambi i versi, semplificando l’operazione alla persona anziana. Sembra una sciocchezza, ma pensate a quante volte avete perso tempo anche voi a girare e rigirare gli spinotti del caricabatterie.

Rete 4G

È potente e rapida per effettuare anche videochiamate tramite WhatsApp e Skype; alcune aziende come Vodafone stanno disabilitando definitivamente il 3G e quindi è fondamentale avere un telefono aggiornato in quest’ottica.

Fotocamera

La fotocamera dispone di sensore da 5 Mp e di autofocus e Led Flash, quest’ultima è un’opzione utile per usare il flash come LED di notifica: in questo modo, se anche non si dovesse sentire la suoneria ci sarebbe il segnale luminoso ad attirare l’attenzione, diminuendo il rischio che l’utilizzatore non risponda al telefono perché non si è accorto di una chiamata in corso. È pur vero che il flash non è particolarmente potente: ho provato a usarlo come torcia e ho riscontrato qualche difficoltà, può essere utilizzato in caso di emergenza ma non è assimilabile a quello degli smartphone più avanzati. 

Sistema operativo e applicazioni

A proposito di WhatsApp e Skype, le due app sono preinstallate, quindi si possono iniziare a usare subito inserendo il numero di telefono (WhatsApp) o la mail (Skype). Il sistema operativo è semplificato, una versione simile a quella di Android. Al momento dell’accensione sono subito visibili grandi icone che indicano le funzionalità principali. Tuttavia, una volta entrati nelle app, la principale differenza con i normali smartphone Android sta nel font, molto più grande e leggibile nei modelli Brondi Amico. Credo che, oltre a questo, Brondi potrebbe lavorare ancora per fornire una versione delle applicazioni ulteriormente semplificata. Per esempio, il classico menù a tendina di Android che si visualizza scorrendo il dito dall’alto verso il basso potrebbe essere inadatto a un anziano, che pigiando il punto sbagliato potrebbe inavvertitamente impostare la modalità aereo o spegnere il Wi-Fi. 

Batteria 

La batteria è durevole e si può ricaricare sporadicamente. Ho monitorato la durata della batteria e, proprio come promesso nella scheda tecnica del prodotto, lo smartphone ha una capacità di circa 200 ore in standby, e anche durante la conversazione la batteria tende a scaricarsi molto poco (sicuramente più di due ore di autonomia). La batteria è un po’ piccola, ma essendo removibile la longevità è garantita perché si può riacquistarla senza ricomprare lo smartphone. Ho trovato molto utile l’impostazione di avviso di ricarica, con la quale si può mandare un SMS di avviso ai numeri preferiti quando il telefono è quasi scarico, e un messaggio ulteriore quando viene messo in carica. 

Funzioni di sicurezza

Uno spazio a parte meritano le funzioni di sicurezza. La sicurezza è del resto l’aspetto che più mi interessava e che di certo preoccupa di più chiunque si trovi ad acquistare uno smartphone per una persona anziana. Le principali funzioni legate alla sicurezza di Brondi Amico S sono:

  • Tasto SOS che permette di inviare SMS e avviare una chiamata verso i numeri memorizzati in maniera automatica. In fase di configurazione, infatti, è possibile selezionare alcuni numeri in rubrica come preferiti, e fare in modo che in caso di emergenza sia sufficiente premere il tasto SOS perché si invii una telefonata, un SMS o una notifica ai numeri interessati. In questo modo lo smartphone funge anche da salvavita per anziani.
  • Sistema di controllo remoto, che consente a un utente esterno di modificare le impostazioni del telefono dal proprio cellulare. Basterà memorizzare correttamente i numeri in fase di configurazione, attivando l’opzione che consentirà loro di intervenire anche a distanza. Un sistema molto utile qualora la persona anziana non abbia vicino nessuno in grado di aiutarla a ripristinare alcune funzioni del telefono modificate e/o cancellate per sbaglio.

Conclusioni

Brondi Amico S è uno smartphone economico che comunque dispone di tutte le maggiori applicazioni (al punto che è possibile effettuare videochiamate su WhatsApp o Skype), ma l’aspetto più importante è che è semplice da usare grazie all’accessibilità del sistema operativo e delle applicazioni.


Federica

Da sempre appassionata di tecnologia applicata alla casa, ho deciso di creare questo sito per formare, informare e consigliare altre persone su questo mondo. Spero che i miei consigli vi siano utili e se aveste suggerimenti da lasciarmi sono sempre ben accetti!

Consigli, recensioni suggerimenti!

Se non hai trovato quello che cercavi chiedi consiglio nel forum!

La dicitura: “Link pubblicitario”, fa riferimento ad un link pubblicitario legato al programma di Amazon Affiliazione. Il sito che stai visitando partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

©tecnologiacasa.it | P.Iva: 03951420045 | Contatti – PrivacyCookie | Sitemap