• Home
  • Come
  • Come scaricare il Green Pass?
Come scaricare il Green Pass?

Come scaricare il Green Pass?

Come scaricare il Green Pass?

Scopriamo come scaricare il Green Pass, la carta verde introdotta nelle nuove normative anti covid che garantisce l’accesso ai luoghi chiusi di “divertimento” e lavoro.

Che cos’è il Green Pass?

Il Green Pass è una certificazione che viene rilasciata in formato digitale, ma anche cartaceo.

Viene emesso dalla piattaforma del Ministero della Salute, riceveremo un codice QR che serve per verificare l’autenticità e la validità del Green Pass.

La Certificazione Verde COVID-19 si deve utilizzare sul proprio smartphone oppure si potrà stampare. Sono stati ideati diversi canali, che hanno o meno l’identità digitale.

La Certificazione verde COVID-19, che ha un altro nome in Europa: “EU Digital COVID Certificate”, è stata rilasciata in Italia dal 1 settembre, mentre dal 15 ottobre e fino al 31 dicembre 2021, ovvero il termine di cessazione dello stato di emergenza, l’essere in possesso del Green Pass sarà esteso al mondo del lavoro, sia pubblico che privato.

Ciò è stato previsto dal decreto legge in data 16 settembre 2021.

Al fine di riuscire ad andare incontro a tutte le varie esigenze della popolazione, questo senza fare differenziazioni del livello di digitalizzazione, sarà possibile avere la Certificazione Verde in modi diversi.

Può essere scelto se avere il Green Pass sui canali digitali o canali fisici. La disponibilità di tale Certificazione sarà subito comunicata tramite email o SMS, questo nel momento in cui si sia fatto un tampone, la vaccinazione o si sia guariti dal COVID.

Leggi anche:
Come mettere il Green Pass sul Wallet?

Come fare tramite canali digitali?

Tramite applicazione è possibile essere muniti di Green Pass. Vediamo nello specifico quali sono:

Immuni: è stata la prima applicazione ed è adesso dotata di una nuova funzione che permette di poter scaricare il Green Pass. Si può fare semplicemente inserendo numero e data di scadenza della propria Tessera sanitaria, va inserito anche il codice (AUTHCODE) che viene inviato per email o SMS.

Per avere la Certificazione verde COVID-19 ecco cosa inserire nel dettaglio:

  • le ultime 8 cifre del numero identificativo della tessera sanitaria,
  • la data di scadenza della stessa,
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    ° il tampone molecolare (CUN)
    ° il tampone antigenico rapido (NRFE)
    ° il certificato di guarigione (NUCG).
  • In alternativa ai codici ricevuti, come anticipato, possiamo inserire il codice autorizzativo avuto via e-mail o SMS. Inoltre, il Green Pass sarà poi mostrata a video e il QR verrà salvato nel dispositivo mobile automaticamente, così che si possa utilizzare e mostrare anche offline.

Scopri tutto sull’app Immuni.

App IO: tramite una notifica che viene ricevuta sul proprio mobile, tutti gli utenti dell’app IO e che devono aver fatto l’accesso con la propria identità digitale (SPID/CIE), possono vedere la Certificazione direttamente dal messaggio. Una volta che aprirete il messaggio, l’applicazione mostra il QR e i dati del proprio certificato.

Si può salvare automaticamente il certificato con il suo QR Code nella memoria del proprio smartphone, così da mostrarlo anche in modalità offline. Non importa avere codici, ma basta aver fatto l’accesso in App con SPID o CIE.

Come fare tramite siti web?

Esiste un sito dedicato dove è possibile utilizzare l’identità digitale (SPID/CIE) per riuscire ad acquisire la propria Certificazione.

Altrimenti, come per l’applicazione Immuni, è possibile ottenerla inserendo numero e data di scadenza della propria Tessera sanitaria e il codice avuto via email o SMS.

Si può ottenere tramite il fascicolo sanitario elettronico, basta accedere al proprio profilo regionale per acquisire la Certificazione.

Canali fisici.

In caso non sia possibile o non si riesca ad accedere al Green Pass tramite canali digitali, allora potremo chiedere al proprio medico. Ma è possibile chiedere anche al farmacista, che può recuperare il Green Pass grazie alla Tessera Sanitaria.

Basta avere con noi il codice fiscale e i dati della nostra Tessera Sanitaria.

A chi possiamo rivolgerci per problemi?

Nel casso in cui si necessiti di assistenza tecnica, come anche per l’utilizzo della piattaforma o delle APP, dovremo chiamare il Call Center 800 91 24 91, che è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, in alternativa possiamo scrivere a cittadini@dgc.gov.it.

Per riuscire a recuperare il proprio codice AUTHCODE, nel caso in cui si sia smarrito o non si abbia ricevuto esiste un numero utile. Questo anche nel caso in cui si sia fatto vaccino o tampone o si sia guariti da COVID.

Per cui, per avere chiari tutti i processi possiamo chiamare il numero di pubblica utilità 1500 (che è attivo tutti i giorni 24 ore su 24). La funzione per il recupero dell’AUTHCODE avviene chiamando il numero 1500 ed è attiva dal 12 luglio 2021.

Verifica della validità della certificazione.

Il fattore autenticità e validità della Certificazione Verde viene verificata in Italia tramite l’APP nazionale VerificaC19.

Tutti i dati personali di chi è titolare della Certificazione non saranno registrati dall’APP per la legge sulla tutela della privacy.

In conclusione.

Per cui, riepiloghiamo come si può ottenere il Green Pass in questi modi:

  • Tramite il sito del ministero;
  • Con identità digitale;
  • Dopo che ci siamo autenticati con le credenziali SPID o CIE;
  • Con Tessera Sanitaria o documento di identità.

Se si è in possesso della Tessera Sanitaria possiamo richiedere il Green Pass in questo modo:

  • le ultime 8 cifre del numero identificativo della propria tessera sanitaria;
  • la data di scadenza della stessa TS;
  • uno dei codici univoci ricevuti con:
    ° il tampone molecolare (CUN)
    ° il tampone antigenico rapido (NRFE)
    ° il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa ai codici in nostro possesso, potremo inserire il codice che avremo ricevuto per email o SMS.

Se non fossimo in possesso della Tessera Sanitaria, in quanto non iscritti al SSN, dobbiamo inserire:

  • il tipo e numero di documento che abbiamo fornito quando siamo andati a fare il tampone o di emissione del certificato di guarigione;
  • la data di scadenza del documento stesso;
  • uno dei codici univoci ricevuti tramite l tampone molecolare (CUN), il tampone antigenico rapido (NRFE), il certificato di guarigione (NUCG).

In alternativa ai codici in nostro possesso, potremo inserire il codice che avremo ricevuto per email o SMS.

In conclusione, tutte le Certificazioni vengono rilasciate da strutture sanitarie, farmacie, ma anche dai laboratori di analisi, dai medici di medicina generale e dai pediatri.

Il Green Pass viene rilasciato in seguito all’attestazione dell’avvenuta vaccinazione, ma anche per la guarigione dall’infezione o per esito negativo di un test molecolare o antigenico che deve essere effettuato nelle 48 ore prima.

Potrebbe interessarti anche:


Valentina Bindi

Appassionata della scrittura di articoli, amante della tecnologia ed interessata a tutto quello che ruota attorno al mondo della comunicazione. Scrivo articoli per aiutarvi e consigliarvi nella scelta migliore.

Consigli, recensioni suggerimenti!

Se non hai trovato quello che cercavi chiedi consiglio nel forum!

La dicitura: “Link pubblicitario”, fa riferimento ad un link pubblicitario legato al programma di Amazon Affiliazione. Il sito che stai visitando partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

©tecnologiacasa.it | P.Iva: 03951420045 | Contatti – PrivacyCookie | Sitemap