• Ultima modifica dell'articolo:Novembre 1, 2023
  • Categoria dell'articolo:Fai da te
Al momento stai visualizzando Miglior generatore di corrente

Miglior generatore di corrente 2024, guida all’acquisto.

Un generatore di corrente, noto anche come sorgente di corrente, è un dispositivo elettrico progettato per produrre e fornire una corrente continua o alternata in un circuito elettrico. Questi dispositivi sono fondamentali in una vasta gamma di applicazioni, dall’elettronica di consumo all’industria, e svolgono un ruolo cruciale nel garantire un flusso costante di elettricità per alimentare dispositivi e sistemi elettrici. In questa introduzione, esploreremo i principi di base dei generatori di corrente, le loro diverse tipologie e le applicazioni comuni in cui vengono impiegati.

I migliori del 2024.

Che cos’è e a cosa serve?

Il generatore di corrente è uno strumento che ha un compito ben preciso, ovvero trasformare l’energia meccanica in corrente elettrica, sia continuativa sia alternativa.

Alla base del funzionamento di questo macchinario vi è l’azione che viene svolta dal motore, il quale è a scoppio e usufruisce di un carburante, che può essere benzina, gasolio oppure altro: tramite la combustione e il movimento dei pistoni, nonché al principio di induzione elettromagnetica, il carburante viene tramutato in energia elettrica.

Lo strumento ha un obiettivo ben preciso, ovvero alimentare un edificio nel momento in cui manca la corrente per diverse ore.

Questo strumento viene utilizzato anche dai truck food: sicuramente nelle fiere sarà capitato di gustare un panino oppure un’altra preparazione gastronomica.

Per alimentare le varie piastre e gli strumenti di cottura, nonché per avere il giusto grado di illuminazione, chi offre questo servizio usufruisce del generatore di corrente, preservando quindi la carica della batteria del veicolo.

generatore di corrente

Tipologie

Generatore di corrente a Diesel

Il generatore di corrente a Diesel è un tipo di generatore che utilizza il gasolio come combustibile per produrre energia elettrica. Questi generatori sono noti per la loro efficienza, affidabilità e capacità di funzionare a lungo termine. Sono spesso impiegati in applicazioni industriali, commerciali e per l’emergenza, dove è necessaria una fonte di alimentazione continua. I generatori Diesel sono apprezzati per la loro robustezza, ma richiedono manutenzione regolare e un serbatoio di combustibile adeguato. La loro potenza nominale può variare notevolmente, da piccoli generatori portatili a unità di grandi dimensioni utilizzate in impianti industriali.

Generatore di corrente a Benzina

Il generatore di corrente a benzina è un tipo di generatore che utilizza la benzina come combustibile per generare energia elettrica. Questi generatori sono noti per la loro portabilità e facilità di avvio, grazie all’avvio a strappo. Sono spesso utilizzati in applicazioni residenziali, per il campeggio o in situazioni di emergenza. I generatori a benzina sono compatti e possono essere facilmente trasportati, ma tendono a essere più rumorosi e meno efficienti dei generatori diesel. La loro potenza nominale può variare da modelli piccoli per alimentare dispositivi portatili a generatori di dimensioni medie per alimentare apparecchiature domestiche essenziali.

Generatore di corrente Portatile

Il generatore di corrente portatile è un dispositivo compatto e leggero progettato per fornire energia elettrica in luoghi dove non è disponibile una fonte di alimentazione convenzionale. Questi generatori sono noti per la loro portabilità e versatilità, rendendoli ideali per utilizzi in campeggio, attività all’aperto, piccole emergenze domestiche o per alimentare dispositivi elettronici durante eventi all’aperto. Solitamente alimentati a benzina o gasolio, i generatori portatili sono facili da trasportare e offrono una potenza nominale più limitata rispetto ai generatori più grandi, ma sono una soluzione pratica per molte situazioni.

Scopri anche la miglior multipresa.

Come usarlo?

Per utilizzare il generatore occorre compiere pochi passaggi, di cui i primi consistono nel trovare una posizione all’esterno lontano dalla propria casa affinché il rumore e gli eventuali fumi di scarico non creino fastidio all’interno della propria casa.

Successivamente occorre riempire il serbatoio di carburante e avviare il generatore: una volta in funzione basta collegare le prese allo strumento oppure una prolunga e una ciabatta elettrica affinché sia possibile poi collegare i vari dispositivi elettronici da alimentare.

Guida all’acquisto e caratteristiche

Ora occorre capire come questo apparecchio debba essere selezionato affinché sia possibile scegliere un modello che sia soddisfacente.

Il primo punto su cui bisogna prestare la massima attenzione è l’alimentazione: ogni combustibile permette al generatore di ottenere diversi vantaggi ma possiede anche qualche piccola pecca.

Per esempio i generatori alimentati a benzina, seppur siano più potenti e quindi offrano una prestazione maggiormente costante nel tempo, producono un rumore più elevato e anche un certo grado di inquinamento e odore non proprio gradevole.

I generatori alimentati a gas o diesel, invece, pongono rimedio a queste piccole pecche ma godono di una potenza leggermente inferiore rispetto agli altri modelli.

Il secondo criterio riguarda la dimensione: il generatore deve essere facile da trasportare, leggero e soprattutto non creare ingombro.

Le dimensioni non hanno, infatti, un impatto negativo sulla potenza, pertanto è possibile riuscire ad alimentare i vari elettrodomestici o un intero edificio o un veicolo alimentare senza difficoltà.

È invece molto importante valutare l’autonomia dello strumento e i consumi: bisogna quindi analizzare quante ore di corrente elettrica riesce a offrire questo strumento con un pieno di carburante.

Il grado di rumorosità deve essere minimo: valutare quanti DB di rumore produce l’articolo in questione rappresenta un criterio di scelta fondamentale in quanto il frastuono prodotto potrà essere contenuto e s potrà evitare quella sensazione di fastidio che generalmente si percepisce quando si usa lo strumento.

La potenza massima è un criterio di scelta fondamentale, in quanto più questo grado è elevato, maggiori saranno gli strumenti che potranno essere collegati al generatore.
Pertanto, in questo caso, è necessario valutare tale criterio considerando che i generatori in commercio hanno una potenza che varia dal 1 KW a 3.

Infine è necessario considerare la potenza in uscita e la potenziale funzione di regolazione: ogni apparecchio elettronico necessita di un certo livello di potenza per essere acceso e tenuto operativo, quindi scegliere un generatore con valori 230V – 50Hz consente di alimentare ogni tipo di apparecchio presente in casa.

Ecco, quindi, come scegliere tale strumento: ovviamente è importante considerare anche il numero di prese e le varianti presenti nello strumento, affinché sia possibile ottenere il migliore dei risultati possibili e collegare i diversi apparecchi.

Ecco le principali caratteristiche da valutare prima dell’acquisto:

Capacità di Potenza (Potenza Nominale)

Potenza Nominale: La chiave per l’efficienza energetica

La capacità di potenza di un generatore, espressa in watt (W) o kilowatt (kW), rappresenta la quantità di energia che il generatore può generare in modo continuo. È importante scegliere una capacità di potenza adeguata alle tue esigenze per garantire che il generatore possa alimentare tutti i dispositivi che intendi utilizzare. Una capacità eccessivamente bassa potrebbe comportare il sovraccarico del generatore, mentre una capacità troppo elevata potrebbe essere uno spreco di risorse.

Tipo di Combustibile

Gasolio, benzina, gas naturale o altro?

Il tipo di combustibile utilizzato dal generatore è una considerazione cruciale. I generatori possono funzionare a gasolio, benzina, gas naturale, propano o persino energia solare. La scelta dipende dalle tue esigenze specifiche e dall’accessibilità al tipo di combustibile. Ad esempio, i generatori a gasolio sono noti per l’efficienza e la durata, ma richiedono un serbatoio di combustibile e una manutenzione regolare.

Avvio elettrico o manuale

Facilità di avvio: elettrico o manuale?

Alcuni generatori offrono un avvio elettrico, mentre altri richiedono un avvio manuale. L’avvio elettrico è più comodo e conveniente, ma richiede una fonte di energia aggiuntiva, come una batteria. L’avvio manuale può essere più robusto in situazioni di emergenza, ma richiede più sforzo fisico.

Livello di Rumore

Silenziosità per un ambiente confortevole

Il livello di rumore del generatore è importante, soprattutto se verrà utilizzato in un ambiente residenziale o in prossimità di persone. Un generatore silenzioso è essenziale per evitare disturbi e garantire il comfort. Verifica il livello di decibel (dB) dichiarato dal produttore per determinare se il generatore rispetta le tue esigenze in termini di rumore.

Durata del Funzionamento Continuo

Affidabilità a lungo termine

La durata del funzionamento continuo si riferisce al periodo di tempo in cui il generatore può operare senza interruzioni. Questo è un aspetto critico in situazioni di emergenza, dove potrebbe essere necessario l’uso prolungato del generatore. Assicurati di selezionare un generatore che possa funzionare per il tempo necessario senza surriscaldarsi o danneggiarsi.

Numero di Prese

Connettività per le tue esigenze

Il numero di prese e il tipo di connettori disponibili sul generatore sono importanti per determinare quante apparecchiature puoi collegare contemporaneamente. Assicurati che il generatore abbia un numero sufficiente di prese e che siano compatibili con i tuoi dispositivi.

Portabilità e Dimensioni

Trasportabilità e spazio di stoccaggio

Se prevedi di spostare il generatore o hai spazio limitato per lo stoccaggio, considera le dimensioni e la portabilità del dispositivo. Alcuni generatori sono più compatti e leggeri di altri, il che li rende più adatti per l’uso mobile.

Manutenzione e Assistenza

Garanzia e accessibilità ai pezzi di ricambio

Infine, assicurati di verificare la disponibilità di servizi di assistenza e la disponibilità di pezzi di ricambio per il generatore che stai considerando. Una garanzia solida e una rete di assistenza possono essere fondamentali per garantire la durata e l’affidabilità del tuo generatore nel tempo.

Migliori marche generatore di corrente

I migliori marchi:

  • Generatore di corrente Matrix
  • Generatore di corrente ALLPOWERS
  • Generatore di corrente VINCO
  • Generatore di corrente Einhell
  • Generatore di corrente Briggs & Stratton
  • Generatore di corrente URAQT
  • Generatore di corrente PowerOak

Domande degli utenti:

Quali sono i migliori generatori di corrente?

Sono molti i modelli disponibili online. Per scoprire le migliori leggi la nostra classifica completa e sempre aggiornata con i migliori modelli: classifica.

Quanto costa un generatore di corrente?

I prezzi variano in base al modello e alla marca. I prezzi vanno dai 100€ per i modelli più economici ai 2.000€ per i top di gamma. Per scoprire i migliori prezzi online leggi: prezzi e offerte.

Quali sono le migliori marche di generatori di corrente?

Tra le migliori marche troviamo: Matrix, ALLPOWERS, VINCO, Einhell, Briggs & Stratton, URAQT, PowerOak.

Ti potrebbe interessare anche:

Federica

Da sempre appassionata di tecnologia applicata alla casa, ho deciso di creare questo sito per formare, informare e consigliare altre persone su questo mondo. Spero che i miei consigli vi siano utili!