• Ultima modifica dell'articolo:Febbraio 25, 2023
  • Categoria dell'articolo:Prodotti
Al momento stai visualizzando Migliori casse acustiche

Casse acustiche: le migliori del 2024, prezzi offerte e guida all’acquisto.

Le casse acustiche sono uno dei componenti fondamentali di un impianto audio. Sono l’elemento che converte il segnale elettrico in suono, rendendo l’esperienza dell’ascolto possibile e coinvolgente. Esistono moltissimi tipi di casse acustiche, ognuna con le proprie caratteristiche e specifiche tecniche, e scegliere quelle giuste per il proprio impianto può risultare un compito complicato. In questo articolo esploreremo i principi di funzionamento delle casse acustiche, i vari tipi disponibili sul mercato e i fattori da considerare nella scelta delle casse più adatte alle proprie esigenze. Inoltre, forniremo consigli e suggerimenti per ottimizzare l’utilizzo delle casse acustiche, migliorando così la qualità dell’audio riprodotto e l’esperienza dell’ascolto.

Perché comprare una cassa acustica?

Ci sono diverse ragioni per cui potrebbe essere conveniente acquistare una cassa acustica. In generale, sono utilizzate per riprodurre il suono proveniente da un impianto audio, come un lettore CD, un giradischi o un amplificatore. Tuttavia, le casse acustiche possono anche essere utilizzate per migliorare la qualità del suono in situazioni diverse, come ad esempio durante la visione di un film o la riproduzione di un video su un dispositivo mobile.

Acquistare una cassa acustica di qualità può migliorare notevolmente l’esperienza di ascolto, grazie alla capacità di riprodurre un suono più ricco, dettagliato e coinvolgente. Possono essere utilizzate in ambienti diversi, come ad esempio in casa o in un locale pubblico, per diffondere il suono in modo uniforme e a volume adeguato.

Possono rappresentare un elemento di design e di arredamento, in grado di integrarsi perfettamente in un ambiente domestico o professionale. La scelta del design, delle dimensioni e dei materiali delle casse acustiche può influenzare l’aspetto estetico di un ambiente e contribuire a creare un’atmosfera piacevole e confortevole.

Le migliori casse acustiche del 2024:

Magnat - Altoparlanti Supreme 202, 1 paio
AUNA Pro PW-220-P - due altoparlanti PA, box passivo, potenza 2 x 1500 watt, woofer da 20 cm (8"), andamento di...
Auna PA-800 Coppia di altoparlanti 2 casse audio passive (400W, woofer 20 cm, 3 vie, diffusori full-range, Bass Reflex)
Edifier R1280T Diffusori da Scaffale Alimentati - Monitor Studio Nearfield 2.0 - Diffusore Monitor Studio - Struttura in...
LONPOO Diffusori da Scaffale Passivi (Coppia), Diffusore da Scaffale 75Wx2
PreSonus Eris E3.5, Monitor da Studio Multimediale, Coppia, 3.5 ", 2 Vie, Alta Definizione Multimediale
Marca e modello
Magnat Supreme 202
Auna Pro PW-220-P
AUNA PA-800
Edifier R1280T
LONPOO LP42
PreSonus Eris E3.5
Descrizione
Magnat - Altoparlanti Supreme 202, 1 paio
AUNA Pro PW-220-P - due altoparlanti PA, box passivo, potenza 2 x 1500 watt, woofer da 20 cm (8"), andamento di...
Auna PA-800 Coppia di altoparlanti 2 casse audio passive (400W, woofer 20 cm, 3 vie, diffusori full-range, Bass Reflex)
Edifier R1280T Diffusori da Scaffale Alimentati - Monitor Studio Nearfield 2.0 - Diffusore Monitor Studio - Struttura in...
LONPOO Diffusori da Scaffale Passivi (Coppia), Diffusore da Scaffale 75Wx2
PreSonus Eris E3.5, Monitor da Studio Multimediale, Coppia, 3.5 ", 2 Vie, Alta Definizione Multimediale
Prezzo
-
-
-
89,99 €
85,02 €
99,00 €
Magnat - Altoparlanti Supreme 202, 1 paio
Marca e modello
Magnat Supreme 202
Descrizione
Magnat - Altoparlanti Supreme 202, 1 paio
Prezzo
-
AUNA Pro PW-220-P - due altoparlanti PA, box passivo, potenza 2 x 1500 watt, woofer da 20 cm (8"), andamento di...
Marca e modello
Auna Pro PW-220-P
Descrizione
AUNA Pro PW-220-P - due altoparlanti PA, box passivo, potenza 2 x 1500 watt, woofer da 20 cm (8"), andamento di...
Prezzo
-
Auna PA-800 Coppia di altoparlanti 2 casse audio passive (400W, woofer 20 cm, 3 vie, diffusori full-range, Bass Reflex)
Marca e modello
AUNA PA-800
Descrizione
Auna PA-800 Coppia di altoparlanti 2 casse audio passive (400W, woofer 20 cm, 3 vie, diffusori full-range, Bass Reflex)
Prezzo
-
Edifier R1280T Diffusori da Scaffale Alimentati - Monitor Studio Nearfield 2.0 - Diffusore Monitor Studio - Struttura in...
Marca e modello
Edifier R1280T
Descrizione
Edifier R1280T Diffusori da Scaffale Alimentati - Monitor Studio Nearfield 2.0 - Diffusore Monitor Studio - Struttura in...
Prezzo
89,99 €
LONPOO Diffusori da Scaffale Passivi (Coppia), Diffusore da Scaffale 75Wx2
Marca e modello
LONPOO LP42
Descrizione
LONPOO Diffusori da Scaffale Passivi (Coppia), Diffusore da Scaffale 75Wx2
Prezzo
85,02 €
PreSonus Eris E3.5, Monitor da Studio Multimediale, Coppia, 3.5 ", 2 Vie, Alta Definizione Multimediale
Marca e modello
PreSonus Eris E3.5
Descrizione
PreSonus Eris E3.5, Monitor da Studio Multimediale, Coppia, 3.5 ", 2 Vie, Alta Definizione Multimediale
Prezzo
99,00 €

Cosa sono e a cosa servono?

Le casse acustiche, anche dette diffusori, rappresentano da anni uno degli elementi più importanti per un sistema di riproduzione audio. Il loro compito è quello di diffondere in un determinato ambiente un segnale elettrico trasmesso da un amplificatore in modo che questo si possa propagare perfettamente.

L’utilità di questo strumento sta quindi nel tramettere i suoni nella maniera più fedele possibile, evitando che questi vengano alterati o contaminati. Proseguendo con la lettura di questo articolo sarà possibile conoscere e comprendere ogni dettaglio e caratteristica riguardo questi oggetti hi-fi e scoprire le modalità di funzionamento e utili consigli per l’acquisto.

Scopri anche la
Miglior cassa speaker bluetooth

Tipologie di casse acustiche

  1. Casse acustiche da scaffale: sono progettate per essere posizionate su un ripiano o su un supporto. Sono generalmente di dimensioni ridotte, ma possono produrre un suono preciso e dettagliato.
  2. Casse acustiche da pavimento: sono progettate per essere posizionate a terra e sono generalmente di dimensioni maggiori rispetto alle casse da scaffale. Sono in grado di produrre un suono potente e di bassa frequenza.
  3. Casse acustiche da parete: sono progettate per essere montate direttamente sulla parete e sono ideali per risparmiare spazio. Sono generalmente di dimensioni ridotte e possono produrre un suono chiaro e bilanciato.
  4. Casse acustiche da incasso: sono progettate per essere integrate direttamente nell’architettura dell’ambiente, come ad esempio nei soffitti o nelle pareti. Sono ideali per ottenere un effetto sonoro discreto e minimale.
  5. Casse acustiche wireless: non richiedono cavi per essere collegate all’amplificatore o alla sorgente audio. Sono generalmente dotate di connettività Bluetooth o Wi-Fi e possono essere facilmente controllate tramite smartphone o tablet.
  6. Casse acustiche portatili: sono progettate per essere trasportate ovunque si desideri ascoltare la musica, come ad esempio al mare o in montagna. Sono generalmente di dimensioni ridotte e dotate di batteria ricaricabile.
  7. Casse acustiche da teatro: sono progettate per l’utilizzo in un ambiente teatrale o per la riproduzione di film. Sono in grado di produrre un suono immersivo e avvolgente.
  8. Casse acustiche per auto: sono progettate per essere installate in un’auto. Sono generalmente di dimensioni ridotte e progettate per resistere alle vibrazioni del veicolo.
  9. Casse acustiche professionali: sono progettate per l’utilizzo in ambienti molto grandi, come stadi o arene. Sono in grado di produrre un suono potente e di alta qualità, in grado di raggiungere un vasto pubblico.

Casse acustiche attive o passive?

Esistono due tipologie di casse acustiche: attive e passive.

Le casse acustiche passive sono costituite da un diffusore (woofer e tweeter) e da un filtro passivo che divide il segnale audio in frequenze basse e alte, inviando ciascuna frequenza al diffusore corrispondente. Le casse acustiche passive richiedono un amplificatore esterno per funzionare, quindi è necessario considerare il costo dell’amplificatore quando si acquistano casse acustiche passive.

Le casse acustiche attive, invece, hanno un amplificatore integrato direttamente nella cassa acustica. Questo significa che non è necessario acquistare un amplificatore esterno e che l’acquisto delle casse acustiche attive può essere meno costoso rispetto alle casse acustiche passive più l’amplificatore esterno. Inoltre, le casse acustiche attive hanno anche il vantaggio di avere il loro amplificatore perfettamente abbinato alla loro configurazione, garantendo un suono ottimizzato.

La scelta tra casse acustiche attive o passive dipende dalle proprie esigenze e dal budget a disposizione. Quelle passive sono spesso preferite da chi desidera un controllo maggiore sulla configurazione dell’impianto audio, mentre quelle attive sono una scelta più conveniente e pratica per chi cerca una soluzione “tutto-in-uno”.

Come si usano?

Nonostante la struttura interna delle migliori casse sia abbastanza complessa, utilizzarle adeguatamente non lo è per niente. Prima però di procedere con la spiegazione riguardo l’utilizzo delle casse acustiche è obbligatorio fare una netta distinzione tra casse attive e casse passive. Quelle attive, maggiormente utilizzate, sono dotate di un amplificatore interno e di un sistema ready-to-go, utile a rendere ancor più semplice l’utilizzo. Solitamente le casse attive sono utilizzate in ambito domestico, poiché facili da installare e di dimensioni ridotte.

Discorso totalmente differente quello che invece riguarda le casse passive, che per poter trasmettere un suono necessitano di un preamplificatore indipendente e di una quantità di spazio notevolmente maggiore.

Proprio le suddette casse, generalmente più costose, sono utilizzate soprattutto da dj e musicisti, in quanto perfette per uno studio o per un impianto professionale. La più grande differenza le due tipologie di casse è che le prime sono subito pronte all’uso, in quanto basta collegarle a una presa e alla sorgente di suono.

Esiste però un’ulteriore importante diversità tra le due casse e riguarda il suono. Le casse attive sono munite di speciali filtri e di altrettanti equalizzatori tarati appositamente per rendere il suono fruibile dall’orecchio umano, mentre quelle passive obbligano l’utente a settare il suono prima di ogni utilizzo.

Se questo non venisse fatto il suono risulterebbe con tutta probabilità di qualità scadente.

Scopri anche le
Migliori casse wireless

Guida all’acquisto e caratteristiche

A questo punto è lecito interrogarsi riguardo le modalità di acquisto. Acquistare delle casse acustiche può presentare infatti alcune insidie e, qualora venisse effettuato un acquisto sbagliato il rischio sarebbe quello di aver buttato un’imporrante somma di denaro.

Al fine di evitare quindi stupidi errori, è di fondamentale importanza tenere conto di alcuni parametri. Tra questi il più importante è senza ombra di dubbio la potenza, caratteristica strettamente legata al tipo di cassa scelto.

Qualora l’utilizzo fosse domestico potrebbero bastare 20 o 30 Watt, mentre se al contrario la cassa fosse destinata a uno studio o ancor di più a un locale, il consiglio è quello di scegliere un dispositivo dotato di maggiore Wattaggio.

In tal senso, è opportuno chiarire che il numero di Watt riportati si riferisce alla potenza dell’amplificatore posto all’interno, mentre quello indicato sulle casse passive è utile a segnalare la potenza che possono sopportare le stesse. Altra importante caratteristica sono le dimensioni. In questo caso, l’unico consiglio utile è quello di scegliere un dispositivo adeguato allo spazio a disposizione, non più grande.

L’ultimo importante elemento di cui tenere conto sono le frequenze, che si dividono generalmente in basse, medie o alte. Queste vengono riprodotte da più altoparlanti: woofers per le basse frequenze, midrange per le medie e tweeters per le alte.

Infine potrebbe capitare che si dovessero avvertire alcuni rumori fastidiosi provenire dalle casse. Tale situazione può crearsi principalmente per due differenti ragioni: problematiche relative all’interferenza o cavi danneggiati o di scarsa qualità. Entrambi i problemi sono comunque facilmente risolvibili. Nel primo caso semplicemente trovando una nuova collocazione alle casse, mentre nel secondo acquistando un nuovo cavo jack.

Ecco le principali caratteristiche da considerare prima dell’acquisto:

  1. Dimensioni: le dimensioni sono importanti perché possono influenzare la qualità del suono. In generale, le casse più grandi hanno la capacità di produrre bassi più profondi e corposi, mentre le casse più piccole sono più adatte per ascolti a breve distanza, come ad esempio in una stanza da letto o in un ufficio. È importante quindi scegliere la dimensione delle casse acustiche in base alle proprie esigenze di ascolto e allo spazio a disposizione.
  2. Potenza: la potenza è espressa in watt ed indica la quantità di energia elettrica che le casse possono trasformare in suono. In generale, maggiore è la potenza, maggiori sono le possibilità di avere un suono più potente e dettagliato. Tuttavia, è importante scegliere una potenza adeguata alle proprie esigenze, in modo da non incorrere in problemi di distorsione o sovraccarico dell’impianto.
  3. Risposta in frequenza: La risposta in frequenza è la gamma di frequenze che le casse possono riprodurre. È importante scegliere casse acustiche con una risposta in frequenza adeguata alle proprie esigenze di ascolto. In generale, le casse acustiche di qualità riproducono una gamma di frequenze che va dai 20 Hz ai 20.000 Hz, che corrisponde alla gamma uditiva umana. Tuttavia, è possibile trovare casse acustiche con una risposta in frequenza più ampia o limitata, a seconda delle esigenze.
  4. Sensibilità: la sensibilità indica la quantità di suono che le casse possono produrre a una determinata potenza in ingresso. Maggiore è la sensibilità, minore è la potenza necessaria per produrre un suono adeguato. La sensibilità è espressa in decibel (dB) e generalmente si consiglia di scegliere casse con una sensibilità compresa tra i 85 e i 92 dB.
  5. Impedenza: l’impedenza delle casse acustiche indica la resistenza al passaggio della corrente elettrica. L’impedenza è espressa in ohm e generalmente si consiglia di scegliere casse con un’impedenza compresa tra gli 8 e i 16 ohm. È importante scegliere casse con un’impedenza adeguata all’impianto audio in cui saranno inserite, in modo da evitare problemi di distorsione o sovraccarico.
  6. Materiali: i materiali utilizzati per la costruzione possono influenzare la qualità del suono prodotto. In generale, le casse acustiche di alta qualità utilizzano materiali di elevata qualità per la costruzione del cabinet, come il legno o il metallo. Anche i materiali utilizzati per i coni dei diffusori possono influenzare la qualità del suono prodotto, con i coni in carta che tendono a produrre un suono più caldo e morbido, mentre i coni in materiali compositi o in fibra di vetro possono produrre un suono più dettagliato e preciso. È importante valutare la qualità dei materiali utilizzati per la costruzione delle casse acustiche, in modo da ottenere un suono di alta qualità e durata nel tempo.
  7. Design: il design non è solo un fattore estetico, ma può anche influenzare la qualità del suono prodotto. In generale, le casse acustiche con un design più curato e studiato hanno una migliore acustica, grazie alla disposizione dei diffusori e alla forma del cabinet. Inoltre, il design può influenzare la dispersione del suono nell’ambiente circostante e quindi la percezione del suono stesso.
  8. Marca e reputazione: la marca e la reputazione del produttore sono importanti per valutare la qualità delle casse acustiche. Marchi con una lunga tradizione nel settore audio sono spesso garanzia di qualità e prestazioni elevate. Inoltre, è possibile consultare recensioni e opinioni degli utenti sulle casse acustiche che si intendono acquistare, in modo da valutare le esperienze di chi ha già avuto modo di utilizzarle.
  9. Prezzo: il prezzo è un fattore importante da considerare nella scelta. In generale, maggiore è il prezzo, maggiore è la qualità delle casse acustiche. Tuttavia, è possibile trovare casse acustiche di buona qualità anche a prezzi contenuti. È importante valutare il rapporto qualità/prezzo delle casse acustiche, in modo da ottenere il miglior compromesso tra qualità e prezzo.

Scopri anche il
miglior impianto stereo.

Migliori casse acustiche

I migliori marchi

  • Magnat
  • Malone
  • Auna
  • Edifier
  • LONPOO
  • PreSonus

Scopri anche il
miglior altoparlante.

L’offerta di oggi

Ti presentiamo la migliore offerta online di oggi:

Domande degli utenti

Quali sono le migliori casse acustiche?

Per scoprire il miglior modello per le tue esigenze leggi la nostra guida all’acquisto completa di classifica dei migliori prodotti disponibili sul mercato: le migliori.

Quanto costa una cassa acustica?

Il prezzo può variare molto in base al modello, alla marca, ma soprattutto in base alle caratteristiche. Per scoprire il miglior prezzo online leggi: prezzi e prezzi.

Quali sono i migliori marchi di casse acustiche?

Tra le migliori marche troviamo: Magnat, Malone, Auna, Edifier, LONPOO, PreSonus.

Qual è la differenza tra casse acustiche attive e passive?

Le casse acustiche attive hanno un amplificatore integrato e possono essere collegate direttamente a una sorgente audio, come ad esempio un lettore CD o un computer. Le casse acustiche passive, invece, necessitano di un amplificatore esterno per funzionare correttamente. In generale, le casse acustiche attive sono più versatili e pratiche, ma le casse acustiche passive offrono una maggiore personalizzazione e possibilità di scelta dell’amplificatore.

Quanto sono importanti le dimensioni delle casse acustiche?

Le dimensioni delle casse acustiche possono influire sulla qualità del suono prodotto e sulla dispersione del suono nell’ambiente circostante. In generale, le casse acustiche di grandi dimensioni sono in grado di produrre un suono più potente e bassi più profondi, ma possono essere ingombranti e difficili da posizionare. Le casse acustiche di dimensioni più contenute, invece, sono più facili da posizionare e possono produrre un suono dettagliato e preciso.

Come posso migliorare la qualità del suono delle mie casse acustiche?

Esistono diverse soluzioni per migliorare la qualità del suono delle casse acustiche. Ad esempio, è possibile posizionare le casse acustiche in modo corretto, utilizzare cavi audio di qualità, regolare l’equalizzazione dell’amplificatore e utilizzare materiali acustici per migliorare l’acustica dell’ambiente circostante.

Qual è la differenza tra risposta in frequenza e sensibilità delle casse acustiche?

La risposta in frequenza delle casse acustiche indica la gamma di frequenze che le casse sono in grado di riprodurre, mentre la sensibilità indica la quantità di energia necessaria per far vibrare i diffusori e produrre un determinato volume sonoro. In generale, una maggiore sensibilità delle casse acustiche significa che sono in grado di produrre un suono più potente con la stessa quantità di energia.

Ti potrebbe interessare anche

Federica

Da sempre appassionata di tecnologia applicata alla casa, ho deciso di creare questo sito per formare, informare e consigliare altre persone su questo mondo. Spero che i miei consigli vi siano utili!