• Home
  • Consigli
  • Quali sono le migliori piattaforme per ascoltare podcast
Quali sono le migliori piattaforme per ascoltare podcast

Quali sono le migliori piattaforme per ascoltare podcast?

Negli ultimi anni sono diventati sempre più conosciuti, data anche l’enorme quantità di show che sono pubblicati e che sono disponibili per l’ascolto, di cosa stiamo parlando? Del podcast!

Si tratta di una nuova valida alternativa ad altre forme di intrattenimento, che si può adattare a molti gusti e che potete anche riprodurre proprio come la musica. Vediamo in questa guida tutte le piattaforme dove ascoltare podcast!

Cos’è un podcast?

Prima di farvi capire come e dove ascoltare i podcast, è importante capire che cosa sono nel dettaglio e sapere la vera definizione. Il termine podcast deriva da due termini inglesi iPod e cast, ovvero la traduzione di Pod fa riferimento agli iPod Apple che hanno contribuito alla diffusione del podcasting, mentre la parola Cast significa trasmettere. Mettendo insieme queste parole, si può dedurre che il significato di podcast è trasmettere tramite un iPod.

Podcast: dove si ascoltano?

Adesso che in breve vi abbiamo spiegato cosa sia un podcast, possiamo capire come fare per trovare una piattaforma dove ascoltare i podcast. Prima di tutto, basta sapere che si tratta di piattaforme compatibili sia con i sistemi iOS che Android e che hanno tanti contenuti di podcasting, spesso gratuiti.

Scopri anche le
Migliori cuffie cancellazione rumore

Spotify (freemium per iOS e Android)

La prima piattaforma leader per eccellenza nella trasmissione in streaming è Spotify, anche se non è la prima applicazione a cui si pensa se siamo alla ricerca di un posto dove ascoltare i podcast.

Eppure, tra le sue tante offerte c’è anche un bel catalogo di podcast, sia audio che video. Questo è dovuto al fatto che, nel 2019, la compagnia ha deciso di acquisire Gimlet Media, si tratta della casa produttrice più importante di podcast del mondo, pagandola oltre 200 milioni di dollari.

I contenuti su Spotify vengono organizzati per categoria, con una selezione di tanti argomenti, potete scegliere immediatamente i podcast più famosi e potete scaricarli sul vostro device o ascoltare direttamente in streaming.  

Scopri anche le
Migliori cuffie wireless

Spreaker (gratis per iOS e Android)

Un’altra piattaforma dovete potete fare l’ascolto di podcast che deve essere sicuramente provata è Spreaker, molto diffusa tra tutti i radioamatori che si improvvisano speaker radiofonici.

L’app, gratuita sia  per i dispositivi iOS che per quelli Android, potete scaricarla su AppStore e Google Play Store senza costi, è molto interessante dato che include canali che possono gestire i flussi di podcast diversi che sono incentrati sullo stesso argomento, quale politica, lo sport e l’hi-tech.

Inoltre, se usate la funzione Esplora, potete anche accedere a categorie specifiche, proprio come fate sui servizi di streaming TV, film e show più in generale. Molto utile è la possibilità di creare playlist e l’ordine di presentazione di tutti i podcast, che vengono proposti agli utenti in base al Paese dove essi si trovano, ciò vuol dire che prima si vedranno in lingua italiana, dopo gli altri.

Scopri anche le
Miglior cuffia over ear

Stitcher (gratis per iOS e Android)

Se stata cercando un’app dove ascoltare podcast, Stitcher è quella adatta, perché si tratta della piattaforma più celebre per chi ama il podcasting, essa viene arricchita da un catalogo ampio di show, da quelli più popolari a quelli in esclusiva.

Stitch, in inglese, vuol dire cucire, quindi Stitcher ci permette di “ricucire” i podcast che ci piacciono in una playlist personalizzata, dove potremo trovare tutti gli ultimi episodi man mano che sono rilasciati dagli autori. Inoltre, supporta Android Auto e tutti i comandi di Amazon Alexa, mentre i podcast devono essere cercati per nome o selezionati in merito al tema e al numero di raccomandazioni.

Overcast (freemium per iOS)

Questa è una piattaforma che è disponibile solamente per i prodotti Apple, Overcast è ottima e presenta un design asciutto e minimalista, volto a dare più rilevanza ai contenuti disponibili. Aprendo l’app, potrete vedere subito l’elenco di tutti i podcast che si stanno seguendo, mentre se premete sul simbolo “+”  in alto a destra potete cercarne e aggiungere nuovi in base alle svariate categorie, ad esempio comedy, news, technology.

Anche in tal caso vi è un abbonamento da circa 10 euro all’anno, per poter navigare senza alcuna pubblicità.

Non solo, potrete usufruire di svariate funzionalità che lo differenziano da tutti gli altri, come ad esempio il Voice Boost, questo aumenta e normalizza il volume di modo che ogni podcast possa avere lo stesso volume, ma anche lo Smart Speed, questo accorcia i silenzi nei talk show.

Scopri anche i
Migliori auricolari bluetooth

Audible (freemium per iOS e Android)

Famosa piattaforma per gli audiolibri di Amazon, ma in realtà Audible è un posto virtuale dove ascoltare podcast, sempre con un catalogo abbastanza ricco. Anche qui non mancano le esclusive, che sono offerte dal servizio ed è in collaborazione con tanti autori, attori e professionisti.

Tra questi, per quanto riguarda l’Italia ci sono tanti contenuti local di grande qualità, ma in Italia Audible ha un abbonamento freemium come Spotify, da 9,99 euro al mese con accesso illimitato per tutti i contenuti.

Apple Podcast (gratis per iOS)

Chi è in possesso di iPhone, un iPad o un iPod Touch può sentire i podcast usando la piattaforma proprietaria di Cupertino, ovvero Apple Podcast, del tutto gratuita per i suoi dispositivi.

Si tratta di un’applicazione simile ad Apple Music, che garantisce un buon mix di contenuti di qualità e in lingua italiana e inglese, con titoli di ogni genere immaginabile. Anche qui, se si sottoscrive un abbonamento si elimina la pubblicità con accesso a opere in esclusiva.

Google Podcasts (gratis per Android)

In ultimo, se ancora non sapete quale scegliere, potete scaricare l’applicazione Google Podcasts, questa è quella più indicata tra tutte quelle dove ascoltare podcast.

Per altro è molto facile da utilizzare, è del tutto gratuita e funziona in collaborazione con tutti i servizi che offre Google e include i comandi di Google Assistant per poter gestire le opzioni di playback e riprendere l’ascolto solo tramite comando vocale.

L’interfaccia risulta molto semplice ed intuitiva, come anche una enorme quantità di podcast disponibili tutto gratuitamente.

Ti potrebbe interessare anche:

Alexa

Alexa: che cos’è, a cosa serve e come funziona? Alexa, è l’assistente vocale di Amazon, si tratta di un assistente…

Leggi tutto Alexa


Valentina Bindi

Appassionata della scrittura di articoli, amante della tecnologia ed interessata a tutto quello che ruota attorno al mondo della comunicazione. Scrivo articoli per aiutarvi e consigliarvi nella scelta migliore.

Consigli, recensioni suggerimenti!

Se non hai trovato quello che cercavi chiedi consiglio nel forum!

La dicitura: “Link pubblicitario”, fa riferimento ad un link pubblicitario legato al programma di Amazon Affiliazione. Il sito che stai visitando partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

©tecnologiacasa.it | P.Iva: 03951420045 | Contatti – PrivacyCookie | Sitemap