Migliori sensori di movimento

Migliori sensori di movimento 2020, la classifica.

Quali sono i migliori sensori di movimento del 2020? Leggi la nostra guida all’acquisto per scoprire quali sono i migliori sensori di movimento disponibili online.

Per aiutarti nella scelta, oltre alla guida all’acquisto, abbiamo preparato una classifica completa dei migliori modelli.

INDICE:

Tabella comparativa sensori di movimento.

Il migliore
Philips Lighting Hue Sensore di Movimento per Accensione e Spegnimento Lampadine, Batterie Incluse, Bianco, 5.5 x 5.5 x 5.5 cm
GOOBAY I-LIGHT-SNR1 - Sensore di Movimento a Infrarossi con Relè da Soffitto
Goobay 95175 Rilevatore di Movimento a Infrarossi, Bianco
Electraline 58411 Sensore di Presenza di Movimento, Nero
Maclean Energy MCE201B Rilevatore di movimento a infrarossi PIR raggio 12m nero IP65
Goobay 96006 Rilevatore di Movimento a Infrarossi, Bianco
Modello
Philips Lighting Hue
GOOBAY I-LIGHT-SNR1
Goobay 95175
Electraline 58411
Maclean Energy MCE201B
Goobay 96006
Valutazione
-
-
-
-
-
-
Recensioni
-
-
-
-
-
-
Spedizione Prime
-
Prezzo
30,99 €
17,00 €
17,04 €
8,90 €
15,43 €
12,48 €
Il migliore
Philips Lighting Hue Sensore di Movimento per Accensione e Spegnimento Lampadine, Batterie Incluse, Bianco, 5.5 x 5.5 x 5.5 cm
Modello
Philips Lighting Hue
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
Prezzo
30,99 €
GOOBAY I-LIGHT-SNR1 - Sensore di Movimento a Infrarossi con Relè da Soffitto
Modello
GOOBAY I-LIGHT-SNR1
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
Prezzo
17,00 €
Goobay 95175 Rilevatore di Movimento a Infrarossi, Bianco
Modello
Goobay 95175
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
Prezzo
17,04 €
Electraline 58411 Sensore di Presenza di Movimento, Nero
Modello
Electraline 58411
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
Prezzo
8,90 €
Maclean Energy MCE201B Rilevatore di movimento a infrarossi PIR raggio 12m nero IP65
Modello
Maclean Energy MCE201B
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
-
Prezzo
15,43 €
Goobay 96006 Rilevatore di Movimento a Infrarossi, Bianco
Modello
Goobay 96006
Valutazione
-
Recensioni
-
Spedizione Prime
Prezzo
12,48 €

sensori di movimento sono dei particolari dispositivi che consentono di rilevare l’eventuale passaggio di persone oppure oggetti in una determinata posizione. 

Gli scopi per cui vengono utilizzati sono molteplici, ma solitamente vengono impiegati negli impianti di allarme.

Il motivo è molto semplice: offrono la possibilità di attivare tale allarme solamente nel momento in cui un soggetto transita nel suo raggio di azione. 

Vediamone insieme le caratteristiche principali, che possono determinare i migliori modelli.

Sensore di movimento: cos’è, a cosa serve e tipologie.

Come anticipato, i sensori di movimento sono dispositivi che sono in grado di rilevare il passaggio di una persona o eventualmente di un oggetto nel loro raggio di azione. Il loro abituale impiego è quello dell’installazione all’installazione all’interno di impianti di antifurto. 

Ma limitarne l’utilizzo solamente a tale impiego sarebbe riduttivo. I sensori di movimento infatti, sono utilizzati vicino ai cancelli elettrici, per l’accensione dell’impianto di illuminazione esterno, sui nastri trasportatori come misura di sicurezza per il lavoratore, e molto altro ancora.

Nonostante per alcuni modelli sia previsto un livello altissimo di tecnologia, il meccanismo del funzionamento alla base è in realtà molto semplice. I sensori più classici e diffusi sfruttano le potenzialità del raggio infrarosso. 

In parole povere, tale sensore è in grado di misurare e rilevare la quantità di raggi prodotti dalle persone o eventualmente da un oggetto, che entrano nei loro campi di azione, definiti range visivi.

Questa tipologia di sensori, solitamente è tarata per attivarsi solo in presenza di un preciso numero di raggi infrarossi, caratteristica che ne evita l’intervento in caso di variazioni minime, o comunque inferiori rispetto al livello desiderato.

Quella a infrarossi non è però l’unica tecnologia che i sensori di movimento sfruttano. Sul mercato esistono molte altre tipologie.

Alcuni sono in grado di sfruttare le differenze di quello che è il potenziale elettromagnetico che ogni oggetto ha, altri sono dotati di fotocellule, o infine quelli che si azionano con delle telecamere. 

L’ultimo modello, è quello solitamente impiegato nelle auto di nuova concezione per i sensori di parcheggio.

I migliori sensori di movimento del 2020, la classifica.

Ti presentiamo una classifica aggiornata per i migliori sensori di movimento del 2020:

Miglior sensore di movimento per luci.

Ti presentiamo una classifica dei migliori sensori di movimento per luci:

Come usarlo?

Tra le tecnologie elencate precedentemente per i sensori di movimento, probabilmente non esiste quella migliore in assoluto, se non per il specifico impiego che si intende effettuarne. In altre parole, per ogni tipologia di applicazione, è possibile sfruttare un modello preciso di sensore che garantirà le migliori prestazioni possibili.

Ad esempio per gli impianti di antifurto, si è soliti ricorrere all’utilizzo di sensori PIR, quindi a raggi infrarossi definiti passivi. In alcune situazioni, è possibile ricorrere alla combinazione di due differenti tecnologie, così che il sensore possa essere ancora più preciso.

In alcuni casi di impianti di allarme più sofisticati ad esempio, si utilizza un sensore PIR combinato alla tecnologia elettromagnetica.

La motivazione di ciò, è che così facendo è possibile di fatto evitare che un insetto, o un qualsiasi altro innocuo evento, possa dar seguito all’attivazione del sensore, situazione chiaramente controproducente e inutile.

Alcuni sensori infine, ricorrono alla tecnologia wireless per facilitarne l’installazione. Per il funzionamento di ogni sensore, occorre una certa quantità di energia elettrica, seppur minima.

Tale energia gli consente l’attivazione e la comunicazione con fonti esterne, come un allarme sonoro o un interruttore specifico per l’accensione di un dispositivo o di una luce.

Fino a non molti anni fa quindi, la totalità dei sensori necessitava di una fase di cablaggio con la linea elettrica domestica, nonché alla centralina stessa di antifurto.

La situazione ad oggi è mutata, e quasi tutti i modelli sono dotati di una SIM card che consente l’invio di un SMS al proprietario o al gestore dell’impianto in caso di situazioni aziendali, come quella di una società di vigilanza. 

Altri modelli invece, non montano una scheda telefonica, ma sono dotati di un modulo wireless, del tutto simile a quello dei computer, che consente ai sensori di dialogare senza fili con la centralina.

Guida all'acquisto sensore di movimento

Guida all’acquisto.

Come anticipato, definire quale sia il miglior sensore di movimento, per qualsiasi tipologia di utenza, è di fatto impossibile, perché alla specifica esigenza viene consigliato un tipo di sensore.

Ciò che deve però essere tenuto presente, è l’ultimo aspetto citato, ovvero quello della tecnologia wireless. I vantaggi sono molteplici.

In prima battuta, troviamo quello di un’istallazione semplificata, che permette di vedere operativo il proprio impianto in un minor tempo. In secondo luogo, tale installazione semplificata consente di ottenere un risparmio economico, dato dal fatto che non si rende più necessario il cablaggio e quindi intervenire sull’impianto elettrico.

Infine, ma non da ultimo, gli impianti che sfruttano il wireless, possono essere definiti come modulabili, ovvero è possibile implementare nuovi sensori al mutare delle esigenze.

In commercio esistono anche dei kit, che comprendono la centralina che consente l’attivazione di un allarme o la comunicazione con uno smartphone, e i relativi sensori, che verranno poi disposti in tutti quei luoghi dove potrebbe verificarsi un’intrusione.

Inoltre è opportuno specificare, che la costante miniaturizzazione delle varie componenti e dei circuiti, consente la produzione di apparecchiature davvero molto piccole, posizionabili praticamente ovunque e che rimangono di fatto invisibili o quasi alle persone.

I dispositivi wireless, per il loro funzionamento richiedono delle particolari batterie, che grazie al bassissimo consumo del sensore, garantiscono periodi di funzionamento molto lunghi.

Le caratteristiche che deve avere un buon prodotto.

Come ampiamente sottolineato, non esiste il miglior prodotto, ma vengono commercializzati moltissimi sensori di alta qualità, che devono essere scelti sulla base delle reali esigenze. 

Sul mercato è possibile reperire modelli basilari, idonei alla sola accensione di una luce esterna, a partire da 10 euro. Chiaramente in presenza di impianti di allarme sofisticati, tali modelli non vanno bene. 

Ciò a cui si deve prestare assolutamente attenzione, è la presenza del marchio CE, che certifica la commercializzazione e il rispetto degli standard qualitativi all’interno della Comunità Europea.

Domande degli utenti.

Quali sono i migliori sensori di movimento?

Scopri la classifica sempre aggiornata dei migliori sensori di movimento per la tua casa: classifica.

Che cos’è un sensore di movimento?

sensori di movimento sono dei particolari dispositivi che consentono di rilevare l’eventuale passaggio di persone oppure oggetti in una determinata posizione. Approfondisci…

Quali sono le migliori marche di sensore di movimento?

Scopri i migliori marchi produttori di sensori di movimento: marchi.

Migliori marchi di sensori di movimento.

Sensore di movimento Philips.

Sensore di movimento GOOBAY.

Sensore di movimento Electraline.

Sensore di movimento Maclean.

Offerte sensori di movimento.

Offerte sensori di movimento.

Ti presentiamo alcune delle migliori offerte per acquistare il tuo nuovo sensore di movimento online: