Miglior Impastatrice planetaria

Miglior planetaria 2022, guida all’acquisto.

Impasta in poco tempo e senza sforzo grazie alla planetaria! Scopri la miglior planetaria del 2022 nella nostra classifica completa e sempre aggiornata. I migliori prezzi e le migliori offerte, leggi la nostra guida all’acquisto per scoprire come scegliere la migliore per la tua casa!

INDICE:

Tabella comparativa.

Ti presentiamo una tabella comparativa dei migliori modelli disponibili online:

Homlee Impastatrice Planetaria, 1800W Robot da Cucina, Ciotola da 6.5 Litri con...
G3 Ferrari Impastatrice Planetaria Con Tirapasta Pastaio G20113, 1500 W, 10...
Bosch MUM5 Impastatrice Planetaria Robot Da Cucina Multifunzione, 900 W, 7...
Kenwood KMX750WH Impastatrice Planetaria Kitchen Machine kMix, Robot da Cucina...
KitchenAid 5K45SSEWH robot da cucina classico, 10 velocità , 4.3 L, Bianco...
Kenwood KVL8300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO, Robot da...
Marca
Homlee
G3Ferrari
Bosch
Kenwood
KitchenAid
Kenwood
Modello
SM-1511A
G20113
MUM5
KMX750WH
5K45SSEWH
KVL8300S
Caratteristiche
Homlee Impastatrice Planetaria, 1800W Robot da Cucina, Ciotola da 6.5 Litri con...
G3 Ferrari Impastatrice Planetaria Con Tirapasta Pastaio G20113, 1500 W, 10...
Bosch MUM5 Impastatrice Planetaria Robot Da Cucina Multifunzione, 900 W, 7...
Kenwood KMX750WH Impastatrice Planetaria Kitchen Machine kMix, Robot da Cucina...
KitchenAid 5K45SSEWH robot da cucina classico, 10 velocità , 4.3 L, Bianco...
Kenwood KVL8300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO, Robot da...
Capacità
6,5 Litri
10 Litri
3,9 Litri
5 Litri
4,3 litri
6,7 litri
Prezzo
Prezzo non disponibile
170,16 €
183,18 €
229,99 €
359,90 €
469,00 €
Homlee Impastatrice Planetaria, 1800W Robot da Cucina, Ciotola da 6.5 Litri con...
Marca
Homlee
Modello
SM-1511A
Caratteristiche
Homlee Impastatrice Planetaria, 1800W Robot da Cucina, Ciotola da 6.5 Litri con...
Capacità
6,5 Litri
Prezzo
Prezzo non disponibile
G3 Ferrari Impastatrice Planetaria Con Tirapasta Pastaio G20113, 1500 W, 10...
Marca
G3Ferrari
Modello
G20113
Caratteristiche
G3 Ferrari Impastatrice Planetaria Con Tirapasta Pastaio G20113, 1500 W, 10...
Capacità
10 Litri
Prezzo
170,16 €
Bosch MUM5 Impastatrice Planetaria Robot Da Cucina Multifunzione, 900 W, 7...
Marca
Bosch
Modello
MUM5
Caratteristiche
Bosch MUM5 Impastatrice Planetaria Robot Da Cucina Multifunzione, 900 W, 7...
Capacità
3,9 Litri
Prezzo
183,18 €
Kenwood KMX750WH Impastatrice Planetaria Kitchen Machine kMix, Robot da Cucina...
Marca
Kenwood
Modello
KMX750WH
Caratteristiche
Kenwood KMX750WH Impastatrice Planetaria Kitchen Machine kMix, Robot da Cucina...
Capacità
5 Litri
Prezzo
229,99 €
KitchenAid 5K45SSEWH robot da cucina classico, 10 velocità , 4.3 L, Bianco...
Marca
KitchenAid
Modello
5K45SSEWH
Caratteristiche
KitchenAid 5K45SSEWH robot da cucina classico, 10 velocità , 4.3 L, Bianco...
Capacità
4,3 litri
Prezzo
359,90 €
Kenwood KVL8300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO, Robot da...
Marca
Kenwood
Modello
KVL8300S
Caratteristiche
Kenwood KVL8300S Impastatrice Planetaria Chef Titanium SYSTEM PRO, Robot da...
Capacità
6,7 litri
Prezzo
469,00 €

Scopri anche il
miglior robot da cucina

Cos’è e a cosa serve.

L’impastatrice planetaria è un elettrodomestico che serve per impastare grosse quantità di alimenti, in poco tempo e in modo perfetto; ha la caratteristica di ricordare nel suo movimento la rotazione della Terra su stessa e intorno al Sole: compie cioè una doppia rotazione.

Si differenzia dall’impastatrice di base proprio per il tipo di rotazione: mentre in questa è presente un solo movimento di rotazione, l’impastatrice planetaria impasta compiendo un giro di 360° su stessa e contemporaneamente intorno all’asse di rotazione.

Un po’ come la tecnica del valzer, dove la coppia di ballerini danza ruotando su stessa e contemporaneamente intorno alla sala da ballo.

La modalità di lavoro dell’impastatrice planetaria fa in modo che tutto il composto sia impastato completamente, con un movimento adatto per raggiungere ogni parte del contenitore in modo da ottenere un impasto liscio ed omogeneo, con la stessa modalità di come veniva impastato il pane a mano, dalle massaie, nel tempi passati.

L’impastatrice planetaria è un elettrodomestico per chi ama la cosiddetta “arte bianca“, l’arte della vera panificazione. Ma non solo: in altre parole è un tipo di elettrodomestico non del tutto comune nelle cucine, la planetaria occupa un posto di nicchia per chi ha la passione e l’ispirazione dell’arte di panificare e impastare.

L’impastatrice planetaria permette di impastare dolci fragranti, salati e dolci che richiedono parecchie ore di lievitazione, come torte ripiene salate, pandoro, colombe e panettoni, aiuta a realizzare le soffici meringhe, pane e panini di ogni tipo, nonché pizze e focacce, dolci o salate.

Chi ha a disposizione un’ottima planetaria sa che riuscirà a realizzare tutto quello che richiede una lunga lavorazione, senza rischiare di distruggere un semplice sbattitore o una comune impastatrice, evitando dolori articolari alle braccia causate dall’uso delle fruste a mano.

L’impastatrice planetaria è diffusa soprattutto nelle pasticcerie e nei forni, dove si impastano grossi quantitativi di composto, molto meno nelle case; fino a qualche decennio fa era conosciuta principalmente da chi si dedicava alla pasticceria da forno, industriale, raramente a quella casalinga casalinga.

Le prime planetarie in commercio avevano un costo abbastanza esoso, per cui l’acquisto non era proprio prioritario; attualmente sono presenti in commercio ottime impastatrici planetarie a costi abbastanza accessibili, prodotte da brand di alta qualità.

La planetaria è uno degli elettrodomestici più apprezzati e utilizzati sia a livello professionale sia nelle famiglie di tutto il mondo e negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio boom di acquisti.

In particolare, si tratta di un robot da cucina in grado di impastare liquidi o solidi in maniera autonoma, con estrema precisione e soprattutto efficienza.

Generalmente è costituita da una frusta (per montare), una paletta (per mescolare composti di medio-bassa densità) e un gancio (per mescolare composti molto densi e difficili).

Il suo nome descrive effettivamente il movimento effettuato dal braccio meccanico presente in quanto è circolare e costante proprio come quello dei pianeti del nostro sistema solare.

Grazie a questo movimento permette di creare un impasto uniforme e di qualità eccellente, molto utile soprattutto nella preparazione di specialità come panettoni, timballi e moltissime altre. Il suo utilizzo trova ampiamente spazio nel mondo della pasticceria ma negli ultimi anni sono stati messi in commercio tipologie di planetarie più versatili e molto utili anche per un normale uso casalingo e hobbistico.

Scopri anche il
miglior mixer da cucina

Le migliori impastatrici planetarie

Le migliori impastatrici planetarie del 2022.

Classifica delle migliori impastatrici planetarie:

Scopri anche il
miglior sbattitore elettrico

Come si usa un impastatrice?

Utilizzare l’impastatrice planetaria è molto semplice e intuitivo.
È sufficiente ricordarsi di alcuni semplici accorgimenti e, dopo aver preso la mano, si otterrà ogni tipo di impasto, degno di un mastro fornaio o di un pasticcere di alto rango.

La planetaria è un elettrodomestico che all’apparenza può sembrare difficile da utilizzare ma in realtà il suo funzionamento è particolarmente semplice e intuitivo.

All’inizio è normale avere qualche piccola difficoltà ma facendo un po’ di pratica e prendendo dimestichezza con le varie funzioni è possibile padroneggiarla con estrema facilità e fin da subito si potranno preparare impasti ottimi e uniformi.

Le linee generali da seguire quando si utilizza la planetaria sono le seguenti:

  • iniziare a impastare con una velocità bassa: quando si inseriscono tutti gli ingredienti all’interno della ciotola è fondamentale impostare la velocità della planetaria al minimo così da non rischiare di ritrovarsi con la cucina e il piano di lavoro pieno di schizzi. Non appena gli ingredienti iniziano a mescolarsi in modo uniforme si può aumentare gradualmente la velocità fino a quando il risultato ottenuto non ci soddisfa;
  • prestare particolare attenzione ai tempi di lavorazione necessari: a seconda del tipo di impasto che si vuole preparare è molto importante impostare il giusto timing così da evitare la comparsa di grumi o risultati non sufficienti. Solitamente i tempi vanno da poche decine di minuti fino a qualche ora.

Accorgimento 1: la velocità.

Gli ingredienti devono essere amalgamati a una velocità bassa che può essere aumentata appena tutti i componenti iniziano a legare tra loro.

Da tenere presente che quasi tutti gli impasti hanno bisogno di una velocità media o medio – alta. Per ottenere un composto bene montato, si può arrivare alla massima velocità ma in modo graduale.

Accorgimento 2: i tempi.

Parecchia attenzione deve essere prestata per i tempi necessari alla lavorazione: alcuni impasti necessitano tempi brevi, altri invece richiedono una lavorazione molto lunga.

Il plumcake o i muffin hanno bisogno di pochi minuti di lavorazione: in pochissimi minuti, appena sono incorporati tutti gli ingredienti, il loro impasto è pronto per il forno.

L’impasto per una buona pizza richiederà una decina di minuti, così come per ottenere delle uova ben montate.

Un impasto più complesso, tipo il pandoro o la colomba, richiedono anche il tempo di lavorazione per l’impasto oltre i trenta minuti, anche un’ora.

Guida all’acquisto.

Sono stati presi in esame alcuni elementi da considerare per l’acquisto di una planetaria. Di seguito sono presentati alcuni fattori importanti che non devono sfuggire: vediamoli insieme.

Attualmente in commercio è possibile trovare un numero davvero elevato di planetarie e la scelta al momento dell’acquisto non è sempre facile.

Molto spesso sembra quasi che siano tutte uguali e si preferisce optare per il modello più economico tra quelli proposti salvo poi scoprire che non fa al proprio caso.

Di seguito vi elenchiamo quelle che sono le principali caratteristiche a cui bisogna prestare particolare attenzione quando si vuole acquistare una planetaria:

Materiali di costruzione.

Quasi tutti i modelli sono costruiti interamente in plastica o acciaio inox e in entrambi i casi ci sono dei pro e dei contro, infatti, le planetarie in plastica risultano essere più leggere e facili da trasportare oltre a richiedere pochissima manutenzione nel tempo a differenza di quelle in acciaio che al contrario sono più pesanti e ingombranti.

Tra i due materiali consigliamo l’acciaio in quanto conferiscono maggior compattezza all’intero prodotto garantendo anche una maggiore durata nel tempo e per pulirlo bastano poche e semplici mosse.

Design.

Spesso viene considerato come un aspetto secondario ma anche in questo caso è importante scegliere un prodotto che sia bello da vedere e che abbia linee eleganti e moderne così da integrare in maniera perfetta la propria planetaria all’interno della propria cucina;

Capienza.

Per individuare la planetaria indispensabile alle proprie esigenze, occorre valutare il nucleo di persone per cui dovrà lavorare: per quattro persone è sufficiente una capacità di 2.5 litri; mentre per famiglie più numerosi o in presenza continua di ospiti, ne occorre una con capacità di 4 oppure 5 litri.

Potenza e consumo.

Mentre per altri elettrodomestici il consumo e la potenza sono collegati, non è lo stesso per l’impastatrice planetaria: in genere il suo consumo di energia elettrica è molto inferiore al tipo di potenza necessario all’uso.

Da tenere presente che la potenza del motore non si misura per la sua velocità ma per la sua forza.

Per acquistare un prodotto ottimo, per uso casalingo, il consiglio è di sceglierne uno con circa 1500W.

Maggiore è la potenza del motore, migliori saranno i risultati ottenuti e di conseguenza avremo sempre degli impasti perfetti e uniformi.

Motori poco potenti, inoltre, obbligano i proprietari a dover utilizzare per più tempo la planetaria con consumi di energia superiori e un potenziale maggiore di guasti e malfunzionamenti di vario genere e gravità;

Accessori.

Gli accessori fondamentali dell’impastatrice planetaria sono le fruste, una frusta a paletta e una frusta a gancio, quest’ultima per gli impasti più consistenti e densi. Il movimento della planetaria è dato da un braccio meccanico che ha la funzione di ruotare, mimando in qualche modo il tipo di rotazione dei pianeti su stessi.

Il funzionamento della planetaria avviene, quindi, dal braccio che fa girare su stesso uno degli accessori: la frusta semplice, quella a paletta o quella a gancio.

La rotazione propria della planetaria permette di avere un impasto omogeneo e uniforme in quanto ognuno dei tre accessori riesce a raggiungere ogni punto del recipiente che contiene gli ingredienti.

Le fruste: elemento indispensabile.

Le fruste in un’impastatrice planetaria non sono soltanto degli accessori ma vengono considerati elementi fondamentali per il suo utilizzo.

1. Frusta a filo.

È somigliante a una frusta a mano, solo che formata da fili in metallo: utile per amalgamare gli impasti liquidi o similari, tipo frittelle, necessaria per montare la panna.

Questa frusta permette di montare gli albumi a neve per tutti gli impasti tipo il Pan di Spagna che necessita di avere l’aria incorporata per risultare più leggeri.

2. Frusta piatta.

È una frusta adatta per gli impasti che devono avere una media consistenza, né troppo liquida, né particolarmente dura.

Il suo uso è consigliato per realizzare la pasta frolla o la pasta frisè; molti la preferiscono per preparare i ripieni per ravioli o tortellini, per impastare polpette e polpettoni, o per il gatò di patate e le crocchette; altri la ritengono necessaria per l’impasto del plumcake o per i muffin.

3. Frusta a gancio.

Chi ama impastare il pane e i suoi derivati usa fondamentalmente questo tipo di frusta perché la sua forma particolare permette di ottenere impasti omogenei e lisci, privi di grumi.

Marchio.

È importantissimo affidarsi a marchi conosciuti e che possono vantare una grande esperienza nel settore. Oltre a garantire prodotti di ottima qualità, mettono a disposizione un servizio clienti all’avanguardia e sempre a disposizione dei propri clienti per risolvere eventuali problemi o dubbi prima e dopo l’acquisto.

Scopri anche la
miglior macchina per il pane

Domande degli utenti.

Quanto costa una planetaria?

Il costo di un impastatrice planetaria dipende dal modello e dal marchio. I prezzi vanno dai 60€ per i modelli più economici ai 900€ per i modelli top di gamma. Per scoprire i migliori prezzi online, leggi: prezzi e offerte.

Qual è la miglior planetaria?

Scopri la classifica completa dei migliori modelli di impastatrice planetaria: classifica impastatrice planetaria.

Quali sono i migliori marchi di planetaria?

tra i migliori marchi troviamo: Kenwood, Klarstein, Ariete, Electrolux.

Offerte impastatrice planetaria

I migliori marchi.

Impastatrice planetaria Kenwood.

Scopri la miglior impastatrice planetaria Kenwood.

Impastatrice planetaria Klarstein.

Impastatrice planetaria Ariete.

Impastatrice planetaria Electrolux.

Impastatrice planetaria Bosch.

Impastatrice planetaria CHeflee.

Impastatrice planetaria AICOK.


Federica

Da sempre appassionata di tecnologia applicata alla casa, ho deciso di creare questo sito per formare, informare e consigliare altre persone su questo mondo. Spero che i miei consigli vi siano utili e se aveste suggerimenti da lasciarmi sono sempre ben accetti!

Consigli, recensioni suggerimenti!

Se non hai trovato quello che cercavi chiedi consiglio nel forum!

La dicitura: “Link pubblicitario”, fa riferimento ad un link pubblicitario legato al programma di Amazon Affiliazione. Il sito che stai visitando partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. In qualità di Affiliato Amazon io ricevo un guadagno dagli acquisti idonei.

©tecnologiacasa.it | P.Iva: 03951420045 | Contatti – PrivacyCookie | Sitemap